Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK

editoriale

23 maggio 2013 - STEFAN KASPAR; UNO SVIZZERO INNAMORATO DEL PERU' CHE HA INVENTATO LA RETE DEI MICROCINEMA

In un nomdo che chiude le sale di cinema per farne dei Bingo o dei supermercati, un uomo solo sfida lo strapotere della fabbrica mediatica USA e crea una rete di cinema alternativi nel cuore delle Ande

continua

"I GIOVEDI DEL CINEMA DEI DIRITTI UMANI" seconda edizione, prende il via dall'ART TRE di Salerno

CLUB RIBUSH - ART TRE - VICO SAN BONOSIO 7, SALERNO
dal 08 al 29 maggio 2014

“I giovedì del Cinema dei Diritti Umani” è una rassegna di cinema di impegno sociale che le associazioni “ART TRE” e “Cinema e Diritti” hanno lanciato a Salerno nel maggio del 2013. La struttura della rassegna è semplice e ripercorre la formula sperimentata dal Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, che prevede proiezioni seguite da dibattiti con autori e testimoni delle opere presentate e degli argomenti affrontati. Ogni giovedì sera proponiamo uno o due film di un autore giovane e qualificato, su temi di interesse sociale e storico, invitando i presenti ad approfondire la tematica affrontata, a partire dalle opere proiettate, attraverso un breve dialogo con l’autore. La sede ART TRE di vicolo san Bonosio 7, opportunamente attrezzata con due proiettori che lavoravano in parallelo, consente ogni sera ospitalità per circa 40 spettatori; le opere proposte sono tratte dall’archivio delle 6 edizioni del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, di cui l’associazione “Cinema e Diritti” è fondatrice e promotrice dal 2008. Il clima confidenziale dell’ART TRE consente una buona attenzione e la giusta confidenza con l’autore e i testimoni. Per il 2014 la sfida si ripete negli stessi spazi, ma con altri autori, sempre abbastanza giovani e già pluripremiati, tutti napoletani, a dimostrazione che la creatività nella nostra terra non manca. Il Cinema dei Diritti Umani ci aiuterà a cogliere il percorso delle trasformazioni dei nostri anni, un processo di cui siamo parte, a volte inconsapevoli. Nelle nostre serate non troverete tappeti rossi e lustrini, ma piuttosto la voce dei protagonisti, l’amicizia di Enzo e Maurizio, il piacere della ricerca attraverso le immagini e, per concludere, un po’ di tarallucci e vino. Cordiali saluti, vi aspettiamo all’ART TRE.